5 buoni motivi per avere un amico ingegnere

5 buoni motivi per avere un amico ingegnere

Hanno fama d’ essere asociali, bizzarri, dediti allo studio come monaci certosini e con lo stesso grado di contatti con l’altro sesso: tuttavia questi pregiudizi, se pur veri, sono solo una faccia della variegata medaglia della personalità dell’ ingegnere medio.

L’ altra faccia è quella che descriveremo in questi cinque punti.

#1 L’ingegnere non giudica, comprende.

Esistono momenti in cui proprio non ce la facciamo ad essere le persone gentili, adorabili e disponibili che il mondo ci richiede di essere (questo vale molto di più per le ragazze, per via dello stereotipo che ci vorrebbe tenere come micetti, ma senza artigli).

Ebbene, anche se un ingegnere dovesse vedervi nella vostra versione camionista bulgaro non si spaventerà più di tanto.

Al più cercherà di capire cosa vi ha ridotto così.

#2 L’ingegnere ha una soluzione per (quasi)ogni problema.

L’ ingegneria non è una facoltà: è uno stile di vita. Per questo qualora questa presenti difficoltà tecniche di qualsiasi ordine e grado, dalla doccia che non funziona alla mensola che non regge, l’ ingegnere si arma di nastro adesivo, colla forte e tanta fantasia e trova una soluzione.

Poco pratica, bizzarra, provvisoria: ma pur sempre una soluzione, come quella offerta da questi ragazzi.

#3 L’ ingegnere ha una domanda per ogni soluzione

All’umano medio capita sovente di dare la vita per scontata. Così facendo, spesso si perde i piccoli fenomeni quotidiani che, se non fossero così frequenti, meriterebbero in tutto e per tutto il titolo di miracolo: l’ ingegnere invece li osserva, li valorizza, li illumina.

Dopo esser stati a contatto con loro a lungo, inizierete a notare anche voi i miracoli quotidiani.

#4 L’ ingegnere è pessimista, ma con ottimismo.

Avete presente le Leggi di Murphy? Sì, quelle leggi secondo cui, in generale, se qualcosa può andar male lo farà: il tizio che le ha formulate, ovvero Corps Edward Murphy, era un ingegnere militare statunitense.

Questo ci fa capire che l’ ottimismo in ingegneria è guardato con sospetto, se non come l’anticamera della catastrofe: tuttavia la legge stessa ci offre il modo per scamparvi: se non vuoi che nulla vada male, riduci a zero le possibilità che lo faccia.

C’è una via d’uscita, e l’ ingegnere lavora per arrivarci: esemplare, no?

#5 Con un ingegnere puoi nerdare in pace.

Vedi punto 1. Alle volte dare sfogo alle nostre passioni non è socialmente approvato: ma l’ ingegnere non lo sa, e le sfoga lo stesso.

Alle volte, facendone il suo lavoro.

Usa le frecce per continuare

Potrebbe interessarti anche..

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.