Cercare casa: Ecco la guida definitiva per studenti fuori sede

Cercare casa: Ecco la guida definitiva per studenti fuori sede

L’estate, oltre a rappresentare una vera e propria tortura per chi è in sessione estiva,  è anche il periodo migliore per cercare casa ed iniziare un nuovo percorso di studi. Ma il mondo degli affitti per studenti è una giungla. Terribile quasi quanto un esame da 12 CFU a fine Luglio (hai presente quando sudano anche i muri e tu devi studiare? Ecco, così).

Non si salva nessuno, il discorso è valido sia per le matricole che per i neolaureati in procinto di cambiare città.

Per questo è indispensabile farsi trovare preparati. Qui vogliamo fornirti qualche consiglio utile per evitare di ritrovarti in alloggi al limite dell’umana immaginazione.

Guida studenti per cercare casa

Partiamo dal principio, dove cercare l’alloggio? In rete ci sono diversi siti ed applicazioni per questo scopo, molti fanno capo ad agenzie immobiliari, con centinaia di annunci di vario genere: monolocali, bilocali, capanne e case sugli alberi.

Tutto bellissimo, ma a volte per risparmiare qualcosa può esser utile evitare di passare da un’agenzia e rapportarsi direttamente con il padrone di casa attraverso:

  • gli annunci fissati nelle bacheche dell’università,
  • il buon vecchio passaparola, possono tornare utili anche le associazioni studentesche,
  • i gruppi Facebook cerco casa, anche lì puoi fare degli ottimi affari

Attenzione però, evitando l’agenzia immobiliare si risparmia qualche soldo ma allo stesso tempo si incorre nel terrificante mondo dei proprietari di casa con allegata asimmetria informativa (Akerlof docet).

Un mondo fatto di case fatiscenti, bollette salate e caldaie non funzionanti (se sei stato fuorisede sai bene di cosa parlo).

Per il tuo bene dovresti sempre sfruttare siti che forniscono gratuitamente recensioni di appartamenti, padroni di casa e zone della città.

In questo modo eviti di ritrovarti in posti che ti faranno poi rimpiangere la tua scelta di trasferirti.

Anzi, lascia pure una recensione in modo da aiutare gli studenti in crisi che verranno dopo di te, e magari prenditi una bella rivincita su quel padrone di casa che non si è comportato proprio nel modo migliore.

Come valutare una casa?

Fatta la prima grossa scrematura degli annunci immobiliari possiamo iniziare ad andare nello specifico.

In particolare ci interessano 4 cose:

  1. Contratto d’affitto
    In primis è importante capire esattamente quanto andremo a pagare. Non sempre questa informazione risulta chiara dall’annuncio. Bisogna infatti considerare le spese di condominio e le utenze varie. Alcune volte sembra che un alloggio sia un affare per i costi contenuti, poi si rivelano pian piano tutte le varie spese “nascoste” ed arriva il trauma.Altra cosa importante è capire se il contratto verrà regolarizzato o meno, perché nel primo caso sarà possibile per i vostri genitori detrarlo al 19% dalla dichiarazione dei redditi, non male.

  2. Coinquilini
    Forse l’aspetto più importante da tenere in considerazione per mantenere una discreta sanità mentale. Cerca sempre di capire con chi e quante persone andrai ad abitare. Il numero di coinquilini perfetto è 3, ma dipende sempre da caso a caso. Consiglio spassionato: valuta questo numero anche in relazione ai bagni presenti in casa, aspettare il proprio turno al mattino mentre si è in ritardo per le lezioni non è molto divertente. Come trovare coinquilini? Come già detto spesso basta cercare su Facebook all’interno dei vari gruppi. L’ideale sarebbe cercare qualcuno con cui condividere interessi e passioni, in modo da poter mantenere i migliori rapporti possibili, soprattutto quando se si opta per un posto letto in una camera doppia.
  3. Stato dell’appartamento
    Altro enorme problema per gli studenti fuori sede è ritrovarsi a combattere con i problemi classici di appartamenti non curati adeguatamente: macchie sui muri, mobili danneggiati e soprattutto l’evergreen dell’impianto idraulico che funziona a giorni alterni. Non è semplice ma sarebbe sempre ottima cosa capire se in casa è tutto funzionante, e in che modo vengono gestite le spese di manutenzione.

  4. Posizione
    Indubbiamente risparmiare andando a vivere in provincia di Mordor Centrale è un’ottima cosa, ma via via ti renderai conto che prendere mezzi e treni ogni giorno per andare a lezione non è altrettanto divertente. Soprattutto se quei mezzi sono affollati come un concerto dei Coldplay. La verità è che è molto meglio, qualora possibile, spendere un po’ di più ma vivere in una posizione comoda per raggiungere l’università.

In definitiva cercare casa non è semplice, ci vuole tempo e bisogna valutare decine e decine di annunci prima di arrivare alla soluzione perfetta.

Il tempo impiegato all’inizio però è un investimento.

Quando avrai trovato la casa quasi perfetta potrai dedicare tutti i tuoi sforzi e le tue energie allo studio.

Usa le frecce per continuare

Potrebbe interessarti anche..

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.