SOS CV: Cosa scrivere nel Curriculum

SOS CV: Cosa scrivere nel Curriculum

E’ arrivato il momento di scrivere un CV…e il primo pensiero è “oddio ma cosa devo scrivere? non ho fatto quasi niente! ma che ho fatto la cameriera lo devo scrivere?” Ok, niente panico, una soluzione all’ansia da stesura curriculum c’è.
E’ bene, prima di accendere il PC, prendere in mano un foglio e una penna (eh si, la vecchia maniera è sempre la migliore) e porsi poche ma semplici domande:

1. Per cosa mi sto candidando?
Se stai scrivendo un CV generico, scriviti sul foglio tutte le esperienze che hai fatto. Non hai mai lavorato? Beh, avrai sicuramente fatto qualche sport, del volontariato, avrai qualche hobby…più avanti capiamo come inserirli.
Se hai ben in mente l’ annuncio al quale vuoi rispondere…è tutto più semplice: Immagina il profilo che loro stanno cercando e scrivi, accanto all’ elenco di cose che ti sei segnato sul tuo buon vecchio foglio, le cose che ha senso mettere, quelle che non ha senso mettere e quelle in forse.

2. A chi sto mandando il mio CV?
Fondamentale domanda questa, da porsi prima di inviare una candidatura. Se lo stai mandando ad un negozio/attività commerciale, probabilmente ha senso stendere un curriculum che metta in risalto le tue capacità pratiche: è possibile fare questo anche se non si ha avuto esperienza nel campo specifico.

3. Cosa mi piace fare?
Chi l’ ha detto che scrivere che si gioca a calcio è inutile? E chi ha detto che la mia passione per il fitness non può arricchire il mio cv? Torniamo al nostro buon vecchio foglio: accanto ad ogni cosa segnata, mi scrivo cosa ho imparato. In questo caso parliamo delle famosissime e richiestissime COMPETENZE!

4. Come capisco quali sono le mie competenze?
Spencer e Spencer hanno definito la COMPETENZA, “una caratteristica intrinseca di un individuo, correlata ad una performance eccellente in una mansione”. Questo significa che dai miei 5 anni di pallavolo svolti nella squadra del paese, ho sviluppato competenze di “team working”, “orientamento al risultato”, “rispetto delle norme”. Invece, dalla mia esperienza di animatore, ho sicuramente acquisito competenze quali “gestione del timing”, “problem solving”, “gestione del cliente”, ecc…
Insomma, non c’è nulla di inutile…guarda oltre il semplice lavoretto/Hobby…sforzati di pensare a COSA hai imparato.

5. Devo mettere TUTTO quello che ho fatto?
Se stai creando un CV generico, diciamo che è bene che tu ne prepari uno nel quale è inserito tutto quello che hai fatto e studiato. Poi, in base all’ azienda al quale lo vuoi inviare, ed al ruolo per il quale ti stai candidando, togli quello che è meno funzionale. Ricorda, due pagine di CV sono più che sufficienti.
CONCENTRATI SU QUESTA FASE PRE-STESURA….TI RENDERAI CONTO CHE E’ INDISPENSABILE PER IL SECONDO PASSO….COME SCRIVERE UN CV.

Nel prossimo post infatti, parleremo de “Le 10 regole per un buon CV”. #staytuned #orientati

Scritto da: Lisa Sammy.  

IndietroAvanti
Usa le frecce per continuare

Potrebbe interessarti anche..

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.