Esame di Analisi 1: 4 Consigli per passarlo senza impazzire

Esame di Analisi 1: 4 Consigli per passarlo senza impazzire

L’Esame di Analisi 1 rappresenta la croce di molti studenti iscritti a varie facoltà universitarie. Analisi Matematica I è anche una inesauribile fonte di disagi più o meno gravi, più o meno permanenti. Se sei arrivato a questo articolo è perché, probabilmente, senti di avere “qualche problema” con la matematica.

È normale, non sei il solo.

Succede più spesso di quanto tu possa pensare e le cause sono molteplici: scarsa preparazione a scuola, fraintendimenti, approccio di studio sbagliato.

Inizia a pensarla in modo positivo: considera che l’esame di Analisi 1 è anche piuttosto “semplice” se confrontato con quelli successivi, tipici di facoltà come Matematica ed Ingegneria. Basti citare l’esame di analisi II o III, per esempio (sì, esistono davvero), o Statistica.

Ti senti meglio ora? No? Ok, allora vediamo qualche consiglio specifico per studiare bene e preparare questo esame.

Esame analisi 1: consigli per passare l’esame

1) Seguire le lezioni e prendere appunti

È fondamentale seguire sempre le lezioni e prendere appunti precisi con la massima cura del dettaglio. Gli appunti sono LA VITA, soprattutto in questa materia.

Non seguire la lezione equivale a suicidarsi, credimi.

Ma attenzione: fare finta di seguire la lezione e fissare il muro pensando agli ultimi risvolti della tua serie tv preferita, come potrai immaginare da te, serve a poco.

Gli appunti andrebbero presi in modo smart, facendo cioè attenzione a ciò che il professore ritiene più importante. In questo modo si evita anche di restare indietro.

Un’ottima abitudine, poi, consiste nel ricontrollare gli appunti presi a lezione appena terminata, e, qualora non siano sufficientemente chiari, ricopiarli in bella copia. Sarà molto più facile fissarli in mente e ti aiuterà a studiare volta per volta.

È sempre meglio utilizzare gli appunti propri, basati su quanto detto dal professore a lezione, piuttosto che cercarne su internet.

2) Studiare bene la teoria

via GIPHY

Diciamolo chiaro e tondo, per poter svolgere correttamente un esercizio di matematica è INDISPENSABILE conoscere bene la teoria.

Il 90% dei problemi con questa materia dipende proprio da questo: lo studente non conosce bene l’argomento e cerca di svolgere gli esercizi a casaccio.

Non c’è niente di più sbagliato.

Le stesse formule di matematica, ad esempio, non andrebbero imparate a memoria, non sono poesie. Andrebbero capite.

Capire i vari teoremi o i passaggi che portano a un determinato risultato può risultare difficile e stressante all’inizio. Col tempo però inizierai a sviluppare un modo di ragionare “matematico” e vedrai che tutto ti risulterà più semplice.

Impara bene teoria, definizioni e dimostrazioni, poi gli esercizi ti risulteranno semplicissimi, questo vale tanto per lo studio di funzione quanto per il calcolo dei limiti.

Parola di studente che ha fatto vere e proprie battaglie con derivate, matrici e integrali!

3) L’unione fa la FORZA

Quando hai un dubbio, anche minimo, confrontati subito con qualche collega che ha dimostrato di saperne più di te. Potrebbe essere anche utile organizzare dei gruppi di studio per farsi forza a vicenda.

Nessun collega ne sa più di te perché siete tutti disperati? Ok, può succedere.

In questi casi la soluzione è una sola: prenotare subito un ricevimento con il professore. Prepara domande precise e sintetiche. Sicuramente verrai notato ed apprezzato dal docente per questo ulteriore sforzo.

4) Esercitati, esercitati, esercitati

Non hai scuse per questo: l’esercitazione è la vita per l’esame di Analisi 1! Ogni volta che finisci un argomento, esercitati. Ricopia anche gli esempi, se ti serve a comprendere meglio un determinato meccanismo.

L’ideale sarebbe avere due quaderni: uno dedicato alla teoria e uno agli esercizi, suddivisi per capitoli come quelli del tuo manuale, così da porteli consultare facilmente ogni volta che hai bisogno di un ripasso. E assicurati di avere una buona calcolatrice scientifica al tuo fianco (se devi ancora acquistarla, qui ti consigliamo le migliori).

Che la forza sia con te!

Usa le frecce per continuare

Potrebbe interessarti anche..

Leave a Reply