Le 10 migliori invenzioni del 2015

Le 10 migliori invenzioni del 2015

La nona edizione di “Popular Science Invention Award”  ha ricevuto centinaia di proposte dai lettori dell’omonima rivista e centinaia di nuove storie sono arrivate da studenti e hacker. I vincitori sono designer e creativi supportati da un’azienda o un da reparto R&D che ha permesso loro di costruire i prototipi in modo indipendente. In molti casi  sono fondatori di vere e proprie startup.

Le 10 migliori invenzioni del 2015

Le 10 invenzioni vincitrici sono:

L’aeroplano che diventa una macchina

  1. L’aeroplano che diventa una macchina: l’idea è nata dalla creatività del designer Štefan Kleine e dell’imprenditore Juraj Vaculík, che volevano sviluppare un prodotto che simboleggiasse la libertà personale di muoversi e viaggiare. È un aereo che diventa macchina, leggero, con ali pieghevoli e design efficiente e preciso. Il veicolo ha una struttura in acciaio coperta da fibra di carbonio per un un peso complessivo di 450 kg, esclusi ovviamente i passeggeri che possono occupare i due posti a disposizione. Il veicolo è lungo sei metri e ha larghezza variabile: da auto misura 2.24m mentre quando apre le ali con movimento ‘a compasso’ trasformandosi in aereo raggiunge gli 8.75 m. Ancora sconosciuti i prezzi: probabile però che siano inferiori a quelli del concorrente americano Terrafugia, che vende i suoi modelli di auto-aereo a circa 260mila euro l’uno.


    vaccini

  2. Il cerotto che fa le vaccinazioni: Il suo nome è ImmunoMatrix ed è contenuto in un packaging speciale che ne permette la conservazione fuori dal frigo per 10 settimane, senza compromettere l’efficacia del vaccino. Inventato dall’ingegnere biomedico Kasia Sawicka, funziona senza il bisogno di aghi, siringhe sterili e ambienti refrigerati. E nel corso di diversi anni Sawicka ha perfezionato questo procedimento. Il cerotto è una combinazione del polimero con la soluzione del vaccino che va a formare nanofibre di grandi superfici. Queste fibre poi diventano materiali densi. Nei test sui topi e su pelle umana sintetica, i risultati hanno dimostrato che le molecole del vaccino inventato da Sawicka ha avuto un assorbimento 250 volte più efficace della normale iniezione.



    La stampante braille fatta di Lego

  3. La stampante braille fatta di Lego: Shubham Banerjee, 13 anni, è nato in Belgio ma risiede e studia in California (USA). La creazione che lo ha già reso famoso si chiama “Braigo” ed è una stampante Braille realizzata con mattoncini Lego che costa 350 dollari: circa un sesto rispetto al costo medio di mercato di questo tipo di dispositivi. Per rendere una stampante Braille alla portata di tutti Shubham ha adottato il montaggio fai da te. Il giovane inventore ha costruito sette diversi modelli prima di sceglierne uno che è stato in grado di stampare i sei punti in una sequenza desiderata in base alle norme Braille di grado 1.



    inquinamento

  4. Il monitor indossabile che registra l’inquinamento: TZOA è un sensore da attaccare ai vestiti come una spilla e costa poco meno di 90 euro più le spese di spedizione.Il dispositivo TZOA è stato messo in vendita attraverso una campagna di crowfunding, che ha permesso agli sviluppatori di questo dispositivo di portare avanti il loro progetto che vuole aiutare tutte le persone a sapere cosa respirano e a quali rischi sono esposti negli ambienti in cui si trovano. Il sensore TZOA monitora la qualità dell’aria attraverso un laser ottico ad alta tecnologia (un 630nm red), che misura la quantità di microparticelle presenti nell’aria per valutare la loro pericolosità, differenziando PM 2.5 e PM 10. Il device, che funziona attraverso un’apposita app per la telefonia mobile, è in grado di estrapolare altri dati fisici utili per capire la salubrità degli ambienti, come il livello di illuminazione della stanza, l’intensità dei raggi UV, la temperatura e l’umidità.


    sensore

  5. Il sensore che traccia il movimento delle mani nella realtà aumentata: permette a chi gioca in ambienti virtuali indossando gli appositi caschi o occhiali, di avere la visione delle proprie mani, facendo interagire i propri movimenti con lo spazio digitale circostante.



    auto-elettrica-in-equilibrio-su-due-ruote

  6. L’auto elettrica in equilibrio su due ruote: Lit Motors C-1 punta a “tagliare” le macchine tradizionali a metà, con l’obiettivo di rendere più efficaci gli spazi e gli spostamenti con passeggero singolo o per le piccole commissioni quotidiane, senza essere esposti a clima e intemperie come quando si è in moto. Il C-1 promette di raggiungere i 190Km/h e di avere un’autonomia di oltre 320 Km. Per gli interessati, la spesa da sostenere non è delle più accessibili: 24.000 dollari, circa 17.400 euro, con la possibilità di prenotare una delle prime 10.000 unità sborsando subito 250 dollari. Per chi dovesse decidere oggi di mettere mano al portafogli ed effettuare l’acquisto, il tempo di attesa è di circa un anno, a causa dell’elevato numero di prenotazioni già effettuate.



    coralli-artificiali

  7. Modular Artificial Reef Structure (MARS): I coralli artificiali vengono utilizzati per ricostruire habitat marini che rischiano di scomparire, per salvaguardare la fauna che li abita. Tradizionalmente sono pesanti e costosi da fabbricare e installare. Alex Goad per la sua tesi in Disegno Industriale alla Monash University, ha progettato una struttura modulare: Modular Artificial Reef Structure (MARS) .  Caratterizzata con una superficie in ceramica e realizzata con un materiale durevole (può resistere fino a 60 anni sott’acqua), essa è facilmente adattabile a tutti i fondali marini. Il prodotto combina materiali durevoli e forme funzionali, con la versatilità di un sistema modulare. La superficie di ogni unità fornisce rientranze per permettere a coralli trapiantati e naturali di prosperare e offre uno spazio protetto a una moltitudine di organismi. Le unità permettono alla struttura di adattarsi ad ambienti specifici, rafforzando la barriera corallina. Il prodotto può anche essere usato per rivestire strutture come pilastri e pareti rocciose per aumentare la biomassa dell’area. La ricerca mostra che gli organismi marini sono più propensi a colonizzare le superfici ceramiche rispetto a quelle in altri materiali.



    carillon

  8. Il laboratorio medico in un carillon: Manu Prakash e George Korir hanno scoperto che il meccanismo che fa funzionare il carillon può essere utilizzato anche in campo medico, mettendo un fluido sulla scheda interna e scatenando reazioni chimiche ruotando la manovella, senza necessità di energia elettrica.



    voltera

  9. V-One 3d Circuit Board: Utilizzando un conduttore e un inchiostro isolante, il V-One consente la stampa di circuiti complessi .  Essa deposita nanoparticelle di argento e inchiostri ad alta conduttività nella forma desiderata, senza il rischio di cortocircuiti.



    piatto

  10. Pantelligent : La temperatura e il tempo di cottura sono due degli elementi che fanno la differenza tra un ottimo piatto, degno di un ristorante stellato, e un pasto a malapena degno di essere mangiato. Controllando questi due fattori sarà dunque possibile incrementare le possibilità di non esser costretti a mangiare sempre il solito cibo in scatola. Con Pantelligent tutto ciò non sarà più un problema: un sensore al centro del piano di cottura controlla continuamente la temperatura della padella, inviando i dati in tempo reale all’applicazione omonima e permettendo di cuocere alla perfezione ogni pietanza. Accedendo, poi, al databasedi ricette, sarà sufficiente seguire le indicazioni vocali di Pantelligent per sapere qual è il momento ideale per girare e indovinare la cottura di carne, pesce e verdure.

Articolo realizzato dagli amici di different. group.

Facebook: https://www.facebook.com/differentofficialpage
Instragram: @different_group
Pinterest: https://it.pinterest.com/differentgroup/
Etsy: https://www.etsy.com/it/shop/differentgroup

Usa le frecce per continuare

Potrebbe interessarti anche..

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.