5 modi per scegliere il seminario giusto

Un seminario è un’interessante occasione che alcune facoltà offrono per ampliare le proprie conoscenze su determinati argomenti, o per dare rapide occhiate ad ambiti che non vengono affrontati durante le lezioni curricolari. Tutta l’arte sta nel tempismo: scegliere il seminario giusto al punto giusto della propria carriera può rivelarsi la carta vincente per sfruttare al massimo quelle due-tre (quattro? Ma come siete messi?) lezioni a settimana fuori dalle strade consuete. Come capire se è “quello giusto”?

Scoprilo in questi cinque punti.

5 modi per scegliere il seminario giusto

seminario

#1 C’entra con quello che stai facendo

Niente proibisce a uno studente del primo anno di iscriversi a un seminario dedicato a studenti più anziani: tuttavia è necessario considerare che , se l’ argomento del seminario è connesso a quanto si tratta a lezione, è più facile capire da una parte quanto si tratta durante le attività , sia quanto viene detto a lezione, il che permette anche di risparmiare tempo durante lo studio per l’esame curricolare.

#2 Ti ispira

Se programmi di andare a un seminario solo per scaldare il banco sei ore a settimana e racimolare qualche CFU, magari prova a riconsiderare le tue opzioni: innanzitutto, essendo che molti seminari sono a numero chiuso, con la tua presenza stai sottraendo spazio a qualcuno che è veramente interessato a quelle ore; poi non è affatto detto che non ci siano altri modi più proficui o interessanti per accumulare crediti (lavoro, volontariato, incontri ecc.) Scegli un seminario solo se ti interessa davvero.

#3 Ha l’ aria di essere utile

Se sei interessato a proseguire la tua carriera nell’accademia, salta questo punto a cuor leggero: se invece, come la maggior parte dei mortali, hai intenzione di uscire dalla facoltà armato come si deve per affrontare quella Battle Royale che è il mondo del lavoro, allora ti conviene considerare quei seminari che possono offrire competenze spendibili nel percorso di carriera che hai scelto. Se non hai ancora un piano per il futuro post-universitario, allora usa i seminari per sperimentare.

#4 Da’ CFU

Non è il primo criterio per i motivi di cui al punto 2, ma va considerato. Un CFU aiuta sempre nella vita.

#5 Lo tiene un tuo docente

Stiamo veramente raschiando il fondo del barile, ma è comunque un buon motivo. I docenti universitari, piaccia o no, sono delle full-tilt divas: se si ricordano della tua faccia potrebbero essere più clementi in sede d’esame. E poi è sempre una buona scusa per fare domande.

Usa le frecce per continuare

Potrebbe interessarti anche..

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.