5 Metodi Di Gestione Del Tempo Per Studenti In Crisi

5 Metodi Di Gestione Del Tempo Per Studenti In Crisi

“Non abbiamo poco tempo, ma ne perdiamo molto”: questa citazione del più famoso studente fuoricorso della nostra storia filosofica antica sembra descrivere la situazione perenne dello studente in crisi dell’era moderna. Pieno di lavoro, oberato dai materiali, ma nonostante tutto attaccato ai social come una cozza al suo scoglio.

Come porre rimedio a una situazione che potrebbe compromettere la nostra carriera universitaria?

Ecco 5 metodi, scientificamente confermati, che vi aiuteranno in questa difficile impresa.

5 Metodi Di Gestione Del Tempo

#1 Metodo ABC

Questo metodo è utile specialmente per chi ha difficoltà a comprendere quali siano le attività sulle quali concentrare le energie e le dosi maggiori di tempo.

Stilate tre liste: una con una bella A in cima, una con una B come intestazione, e infine una con la C: nella prima metterete gli impegni che sono importanti e urgenti, nella seconda gli impegni importanti ma non urgenti, e infine nell’ultima gli impegni  non urgenti. Quando vi troverete ad avere del tempo a disposizione, esaurite le liste in ordine alfabetico: eviterete di buttare tempo in compiti poco importanti.

#2 Metodo del Pomodoro (Tomato Tecnique)

Il metodo del Pomodoro, inventato dall’ingegnere italiano Francesco Cirillo divide il tempo in unità, chiamate pomodori dalla forma caratteristica dei timer da cucina, formate da 25 minuti di lavoro intenso più 5 minuti di pausa. Definite il numero di pomodori necessari a completare una data attività in base a questa e alle vostre abitudini: potrete anche alternare attività diverse, per annoiarvi meno, senza confondervi.

#3 Le To-Do list

Banale? Forse: ma non per questo meno efficace. Scrivere liste di quel che dobbiamo fare sembra banale, ma farlo in maniera furba potrebbe rivelarsi una carta vincente. Innanzitutto è consigliabile tenere le liste tutte in uno stesso posto, a meno che non vogliate tenere anche una lista dei luoghi dove avete lasciato le vostre liste. Poi, mai e poi mai eccedere nella lunghezza delle liste stesse: andate oltre i 5 elementi e potreste seriamente sconfortarvi anche solo guardandola. Infine, se volete, potete utilizzare questo metodo in combinazione con i due precedenti.

#4 Il Metodo del Melone

Variazione sul tema del metodo coniata dal blogger Andrea Giuliodori, capofila italiano della crescita personale: prevede cicli di 90 minuti di lavoro, alternati a 15-30 di pausa. Consigliato ad utenti esperti

#5 Comincia, in nome del cielo!

Seriamente, amico studente. Non c’è tecnica che tenga se non inizi. Just Do It!

Usa le frecce per continuare

Potrebbe interessarti anche..

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.