Esame di Anatomia: come passarlo senza impazzire

Wow, la foto di un dottore in camice con in mano uno stetoscopio. Chi se lo sarebbe aspettato in un articolo che parla dell’esame di anatomia?

Esame di Anatomia: come passarlo senza impazzire

Studiare per l’esame di anatomia, esiste forse qualcosa di più stressante per uno studente di medicina? Probabilmente no. Anatomia è, in effetti, il classico esame che, ingenuamente, viene sottovalutato e questo porta inevitabilmente a crisi e nottate sui libri.

Nei casi migliori.

Conoscere perfettamente il corpo umano, i principi, le strutture anatomiche e loro funzioni. Una marea di concetti da imparare e da comprendere. Capita praticamente a tutti di trovarsi in difficoltà con questo esame.

Per questa ragione è ESSENZIALE partire con il piede giusto. Come farlo? Qui ti diamo una serie di consigli con i quali potrai costruirti un vero e proprio approccio all’esame.

Che la fortuna sia con te, e che tu possa passarlo al primo tentativo! :)

Approccio di studio e consigli per superare l’esame di anatomia

1. Programma lo studio

L’organizzazione è fondamentale per ogni materia di ogni università, ma per l’esame di anatomia lo è di più.

Organizzare lo studio è la chiave per ottenere un ottimo voto senza dover perdere la vista sui libri di anatomia.

Perché stressarsi e vivere male la propria carriera universitaria quando si può vivere tranquilli e, quasi, sereni?

Studia con costanza, ogni giorno. Organizza una routine di studio. Dividi le pagine da studiare per i giorni che ti superano dall’esame, ricordando sempre di lasciarti un periodo medio lungo per ripetere ciò che hai studiato.

Può risultare banale, eppure ti aiuterà tantissimo col tuo esame.

2. Inizia con largo anticipo, molto largo

I più saggi medici recitavano: “Chi ben comincia è a metà del Netter“. Avevano indubbiamente ragione. Iniziare a studiare per tempo è letteralmente la cosa che ti salverà la vita.

Scorda di poter studiare una, due o tre settimane prima dell’esame è impossibile. A meno che tu non sia un robot.

Quanto tempo prima bisogna iniziare a studiare anatomia? Bè, come detto sopra bisogna considerare un buon numero di giorni per la prima lettura e sbobinatura delle lezioni. Bisogna poi considerare sicuramente un periodo per la ripetizione. Quando hai un numero di giorni stimato aggiungici sempre un buon 20%. Così sarai in una vera e propria botte di ferro e avrai la motivazione per dare il massimo.

3. Vuoi passare l’esame di anatomia? Ripeti, ripeti, ripeti (così da non ripetere l’esame)

Ripetere. Ovvio. Non ci avevi pensato vero? Eppure succede sempre di sottovalutare questa fase. Di non dedicarle il tempo necessario. Questo con anatomia può essere un errore che pagherai a caro prezzo.

Qualsiasi sia il tuo metodo di studio, ripetere ti aiuterà a memorizzare i concetti essenziali come quelli di embriologia, istologia, anatomia microscopica. Bobine e libri devono essere i tuoi migliori amici e devi frequentarli assiduamente.

Alcuni studenti trovano utile riascoltare le lezioni, altri riscrivere gli appunti in modo ordinato. Trova ciò che fa per te e ripetilo!:)

4. Non fossilizzarti

Non fossilizzarti su un metodo di studio se vedi che non funziona. Magari non va bene per te. Magari non è adatto ad anatomia. Magari cambi tutto e ti sembrerà tutto più limpido.

A volte le routine di studio semplicemente ci demotivano. Il nostro cervello non ha stimoli e non si riesce a memorizzare neanche un semplice concetto. Cambia tecnica, sfrutta a pieno evidenziatori, sbobine, libri, appunti, flashcard, disegni e schemi, tutto! Più tecniche utilizzi più sarai efficace in sede d’esame. Puoi anche usare applicazione e siti web. Ti consigliamo ad esempio: il canale youtube AnatomyZone, il sito web/applicazione per preparare l’esame di anatomia TeachMeAnatomy e Healtline, poi ci ringrazierai. :)

5. Appunti puliti sopra ogni cosa

Per ricordare parti del corpo, nomi e dati è cruciale prendere appunti ordinati. Questo vale per gli appunti presi in aula, durante le lezioni online o semplicemente quelli che vengono fuori dopo la sbobinatura. Più saranno ordinati, più saranno semplici da memorizzare.

Inoltre, ricorda sempre che non è necessario copiare ogni singola parola e ritrovarsi poi centinaia di pagine da dover ripetere. A volte la cosa migliore è schematizzare e riassumere in modo intelligente.

Keep it simple.

esame di anatomia

6. Non aver paura di chiedere e collaborare

Non hai capito qualcosa? Chiedi. Hai un dubbio? Chiedi. Non aver paura di fare brutta figura a lezione o davanti al professore. Chiedi anche ai tuoi colleghi, cerca di studiare in gruppo, lo scambio di informazione arricchisce tutti. Come si dice? Da soli si va veloci, insieme si va lontano.

7. Trova le lacune, poi colmale

Come sempre succede, ci saranno argomenti sui quali sarai più preparato, altri su cui fai più fatica. Bene, concentrati sui punti deboli, dove sei insicuro. Non saltare un argomento perché “Tanto questo non lo chiede”, questo ti aiuterà ad essere più sicuro di te stesso all’esame, e per forza di cose farai una figura migliore.

I professori se ne accorgono subito se ci sono delle incertezze, hanno una sorta di superpotere. Quindi interrogati, simula l’esame, e non focalizzarti solo sulle domande che il professore fa più spesso.

8. Non dimenticare il riposo

Il troppo stroppia anche con lo studio. Non prendere questo esame come una competizione da vincere ad ogni costo. Studia con passione, concedendoti i tuoi momenti di relax.

Il tuo cervello te ne sarà grato e sarai molto più produttivo.

9. Per l’esame di anatomia non esistono formule magiche

Purtroppo è così. Non ci sono scappatoie, o peggio, come alcuni fanfaroni promettono, metodi di studio che permettono di studiare centinaia di pagine in una notte e passare magicamente l’esame di anatomia. Ma questo dentro di te già lo sapevi, vero?

Ma, non tutto è perduto. C’è una buona notizia: se seguirai i consigli e cercherai un tuo metodo, riuscirai a passare l’esame senza troppe difficoltà.

Usa le frecce per continuare

Potrebbe interessarti anche..

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.