Metodo di studio efficace: 5 trucchi per esami impossibili

Metodo di studio efficace: 5 trucchi per esami impossibili

Trovare un metodo di studio efficace è un’impresa più difficile di quanto si possa pensare. Ogni studente universitario è profondamente diverso: ognuno impara e memorizza a suo modo, proprio perché il percorso varia tantissimo in relazione a diversi fattori. C’è chi ha bisogno di ripetere mille volte, chi deve sottolineare e schematizzare ogni cosa, chi riesce ad imparare tutto semplicemente seguendo le lezioni (beati loro).

Bisogna quindi cercare il proprio metodo di studio.

Siamo tutti diversi è vero, ma c’è una cosa che accumuna tutti gli studenti universitari: la necessità di avere un metodo di studio efficace. Ogni studente sotto esame ha bisogno di capire come studiare. Se sei qui è perché probabilmente sei in crisi nera e non vedi una via d’uscita. Non farti prendere dall’ansia, fai un respiro profondo. 

Questi sono i migliori consigli che posso darvi in materia, frutto di anni e anni di esperienza in qualità di studente veramente in crisi. Questo metodo l’ho applicato sul serio per passare i miei esami e con me ha funzionato. 

In questo articolo vedremo i 5 trucchi che ti aiuteranno a rendere il tuo metodo di studio efficace.

Mi preme fare una precisazione: questi consigli sono assolutamente gratuiti. Il metodo di studio miracoloso non esiste, perché, appunto, ognuno ha una propria forma mentis, un proprio approccio del tutto personale. Poi, oh, ci saranno anche dei coach esperti di tecniche di memorizzazione, ma qui siamo per imparare e capire le cose che studiamo, non per ripetere a memoria un concetto e non assimilarlo mai. Sul nostro sito troverete sempre qualche dritta (gratuita, eh!) per trovare la vostra strada all’università. Diffidate dai venditori di fumo.

Ok, adesso che abbiamo fatto tutte le precisazioni del caso, possiamo cominciare.

Pronti? Andiamo!

Metodo di studio efficace : 5 consigli per migliorarlo

1. Cambia il tuo punto di vista

Come spesso accade, per risolvere un problema, basta cambiare punto di vista. In questo caso il tuo problema è:

Come riesco ad imparare tutte le nozioni che il professore potrebbe chiedere all’esame?”

Bene. Ma se invece di vederla in questo modo tu ti chiedessi:

Come posso spiegare al meglio questi concetti a qualcuno che non li abbia mai studiati?”

La situazione si ribalterebbe.

Riflettendo in questo modo cambierebbe completamente il tuo approccio allo studio. Inizieresti a selezionare accuratamente le informazioni, concentrandoti su ciò che conta, senza sottolineare le informazioni a casaccio.

Inoltre, ti verrebbe più facile, e quasi automatico, rielaborare ciò che hai studiato per poterlo esporre al meglio.

Memorizzare in questo modo è decisamente più semplice ed efficace e ti aiuterà a capire meglio le nozioni. Se stai cercando qualche tecnica di memorizzazione efficace, qui trovi un utilissimo articolo che potrebbe fare al caso tuo.

2. Vuoi un metodo di studio efficace? Migliora il tuo ambiente!

L’ambiente fa la differenza, è inevitabile. Ciò che ci circonda ha un enorme impatto su di noi, soprattutto a livello emotivo. Circa 7  studenti su 10, ad esempio, riescono ad ottenere risultati soddisfacenti solo se studiano in luoghi come aule studio e biblioteche universitarie.

Visto che frequentare questi luoghi non è sempre possibile, anche causa della pandemia, prediligi sempre i posti silenziosi, ben illuminati e soprattutto ordinati, a casa o al parco. Questo ti permetterà di arrivare ad un metodo di studio efficace. Tieni sempre a portata di mano tutto ciò che ti potrebbe tornare utile allo studio della tua materia: appunti presi a lezione, slide del professore, fogli degli esercizi svolti ecc.

Evita di studiare sdraiato sul letto, è tra le prime cause di distrazione e bassa produttività.

Devi stare comodo ma non al punto da conciliare il sonno (cosa difficilissima mentre leggi le pagine del tuo manuale, lo so).

Dare valore al tempo che dedichi allo studio è il miglior regalo che tu possa farti in sessione d’esame. Risparmierai un sacco di fatiche e tante nottate sui libri.

3. Pianifica

La pianificazione è importantissima ed è probabilmente la chiave del successo di molti studenti. Devi riuscire a gestire il tempo a tua disposizione, per farlo hai bisogno di obiettivi chiari da raggiungere.

Inizia col dividere il numero di pagine totali per i giorni che ti separano dall’esame e saprai quante ne devi studiare ogni giorno. Ricorda di considerare anche i giorni che ti serviranno per ripassare ciò che hai studiato.

A questo punto avrai un obiettivo. È importantissimo nello studio così come nel mondo del lavoro, ti aiuterà a motivarti ed essere produttivo.

4. Dai sostanza a ciò che studi

Diversi studi scientifici hanno dimostrato che la memoria conserva, dopo due settimane, poco più del 10% delle cose che abbiamo letto e circa il 90% di ciò che abbiamo detto e fatto. Per questa ragione è essenziale ripetere ad alta voce, creare schemi riassuntivi e mappe concettuali.

Usa colori accesi, ponendo al centro l’argomento principale e ai bordi i concetti più importanti. Ricorda che ognuno di noi ha un suo modo efficace di imparare.

In tutto questo, so quanto sia facile perdere la concentrazione. Qui trovi una lista delle migliori app per non distrarti e qui dei migliori box a tempo per tenere lontano da te il tuo telefono con degli obiettivi a tempo.

5. Filmati

Sì, esatto, filmati con uno smartphone. Siamo nell’era della tecnologia, perché non utilizzarla al meglio?

Filmarsi durante l’esposizione di un argomento ha un duplice beneficio:

  1. Ripetere correttamente ciò che abbiamo studiato.
    La telecamera ci metterà leggermente sotto pressione, per questo motivo il nostro cervello sarà spronato a dare il massimo della concentrazione.
  2. Capire dove sbagli o tentenni.
    Può sembrare banale ma questo ti aiuterà tantissimo a migliorare l’esposizione e capire su quali argomenti e concetti devi approfondire di più. Ricorda che in sede di esame orale molto dipende da quanto ti senti sicuro di te, è una cosa che inevitabilmente comunichi involontariamente. Più ti eserciti nell’esposizione maggiori saranno le probabilità di ottenere un voto alto anche in esami impossibili.

Se ti sembra di essere troppo prolisso o di perderti in inutili giri di parole, allora forse è il caso di darti un tempo. Impostare un timer può facilitarti a mettere a fuoco l’argomento da esporre, per centrare il punto della domanda posta dal tuo professore.


In bocca al lupo! E se non l’hai ancora fatto leggi la nostra guida per preparare un esame, non te ne pentirai!

Usa le frecce per continuare

Potrebbe interessarti anche..

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.